Anziani: se mangiano sano sono più attivi e indipendenti

Condividi:

Seguire una dieta sana, basata su elevati consumi di frutta e verdura, povera di grassi ‘trans’ come quelli del cibo industriale, e povera di sodio, difende l’indipendenza e l’autonomia degli anziani, proteggendoli da difficoltà di movimento nella vita di tutti i giorni. Mangiare sano, infatti, assicura una vecchiaia serena senza necessità di farsi aiutare nelle azioni quotidiane, dal vestirsi al lavarsi a fare la spesa, etc. A rivelarlo…

Leggi

Rischio demenza ridotto negli over 90 più agili

Condividi:

Uno studio condotto all’Università della California dimostra che i ‘super-nonni’ con buone capacità fisiche (misurate con dei test ad hoc) sono meno a rischio di demenza. Il lavoro è stato pubblicato sul Journal of the American Geriatrics Society ed ha coinvolto 176 maschi e 402 donne ultranovantenni, tutti sani all’inizio dello studio. Lo studio I ricercatori hanno misurato il loro…

Leggi

Per gli over60 il colesterolo alto non è più un pericolo?

Condividi:

Parrebbe che livelli elevati di colesterolo nel sangue non possano costituire un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari negli anziani. Anzi, al contrario, l’aumento del colesterolo sierico potrebbe avere un effetto protettivo contro diverse malattie, tra cui il cancro. E’ questa la conclusione cui è giunto un gruppo internazionale di esperti che, in un report pubblicato dal British Medical Journal…

Leggi

Anziani più longevi con 15 minuti al giorno di esercizio fisico

Condividi:

Chi ha superato i 65 anni e per questo si sente in dovere di aumentare l’attività fisica, a volte incontrando grosse difficoltà, dovrebbe sapere che sono sufficienti appena 15 minuti al giorno di esercizio fisico (una breve camminata a passo svelto) per la salute e per ridurre il rischio di morte. Si tratta, dunque, di un obiettivo ragionevole cui molti…

Leggi

Alimentazione anziani: pesce contrasta declino cognitivo

Condividi:

E’ bene che gli anziani non dimentichino le molte proprietà benefiche del pesce. Mangiare prodotti ittici, infatti, e almeno una volta a settimana, sembra rallentare il declino cognitivo e i disordini del ragionamento e dell’ideazione, che si verificano durante l’invecchiamento. Lo rivela una ricerca condotta presso il Rush University Medical Center e l’Università di Wageningen in Olanda e pubblicata dalla rivista…

Leggi

Calcio sempre salutare, non solo per giovani

Condividi:

Il gioco del calcio sta rinnovando la sua popolarità per diversi motivi che riguardano anche la salute e la prevenzione delle malattie croniche e non solo per i giovani. In proposito, infatti, uno studio del Copenhagen Centre for Team Sport and Health della Copenhagen University, pubblicato su PlosOne, ha dimostrato che giocare a calcio riduce il rischio di sviluppare malattie…

Leggi

Fisico in forma a 40 anni protegge cervello dall’invecchiamento

Condividi:

Poter sfoggiare un fisico in forma a 40 anni, non è solo una piacevole questione estetica, ma significa anche avere un cervello protetto dal restringimento fisiologico, nell’età più avanzata. Una ricerca pubblicata sulla rivista Neurology, infatti, evidenzia che un 40enne che ”non ha il fisico”, è destinato da anziano a presentare un cervello di volume più piccolo, come se fosse…

Leggi

Anziani: lo yoga migliora mobilità ed equilibrio

Condividi:

Sono molteplici i benefici per gli anziani riportati dalla pratica dello yoga. Infatti, anche se praticato solo per un breve periodo, lo yoga migliorerebbe l’equilibrio, la mobilità, la velocità del passo e la capacità di alzarsi da una sedia. Tanti miglioramenti, quindi, che proprio nell’anziano potrebbero essere molto utili anche per prevenire le cadute. Lo rivela una rassegna degli studi condotti sull’argomento:…

Leggi

Anziani: perdere grasso aiuta il cervello

Condividi:

Nelle persone anziane, sembra che una piccola perdita di peso, non tanto in termini di chili persi, quanto in riduzione del grasso accumulato, specialmente a livello addominale, possa rallentare il declino delle funzioni cognitive, dovuto all’età. E’ quanto suggerisce uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism e condotto da Nidia Celeste Horio dell’Università di San Paolo. Lo studio…

Leggi

Eccesso di vitamina D e anziani: attenzione al rischio di cadute

Condividi:

La vitamina D ha diverse proprietà salutari, tra cui, per prima, quella di assicurare l’assorbimento di calcio necessario a mineralizzare adeguatamente le ossa. Tuttavia, se assunta in eccesso, può essere rischiosa per gli anziani, provocando addirittura un aumento del rischio di cadute dai 70 anni di età in su. A dimostrarlo è dimostra uno studio clinico randomizzato pubblicato online su JAMA Internal…

Leggi

Ecco come ridurre i pollini in città

Condividi:

Dato l’aumento delle allergie da pollini, spesso complicate dall’asma, è necessario prendere provvedimenti che riguardano gli spazi verdi delle città, oggigiorno sempre più popolate da immigranti e anziani, particolarmente esposti a queste patologie. Per esempio, per ridurre la quantità di polline nell’aria, soprattutto in città, e senza rinunciare al verde bisognerebbe preferire piante come il castagno, il mandarlo ovvero piante con…

Leggi

I disordini alimentari psicogeni colpiscono anche gli anziani

Condividi:

Gli anziani, come succede per i giovani, possono andare in contro a disordini alimentari su base psicologica, come l’anoressia e la bulimia, spesso causati dalla solitudine. Questi disturbi, specie l’anoressia, data l’età e le probabili malattie già presenti nell’anziano, possono causare serie complicanze. Lo spiega Fragiskos Gonidakis del dipartimento di psichiatria dell’università di Atene che a questo fenomeno misconosciuto ha dedicato…

Leggi

La nutrizione gioca un ruolo fondamentale sulla salute dell’osso

Condividi:

Nelle diverse età della vita, la giusta nutrizione può fare la differenza per la salute delle ossa, e influenzare la capacità di vivere una vita indipendente e attiva, senza fratture negli anni più maturi. Questo è il messaggio-chiave che emerge da una nuova revisione scientifica pubblicata da esperti nutrizionisti e studiosi della salute ossea,  sulla rivista Osteoporosis in previsione della Giornata…

Leggi

Anziani e rischio fratture: aumentare l’assunzione di Calcio non serve

Condividi:

Non vi sono prove sufficienti per confermare che l’aumento dell’assunzione di calcio, attraverso fonti alimentari o con integratori, possa migliorare la salute delle ossa e prevenire le fratture nelle persone anziane, secondo i risultati di due studi pubblicati sul BMJ di questa settimana. Anzi, sostanzialmente, i risultati di questi studi, suggeriscono che aumentare l’assunzione di calcio, attraverso integratori o fonti…

Leggi

Autunno in arrivo: proteggersi con l’alimentazione

Condividi:

Via libera a brodi, zuppe di zucca, carciofi, kiwi, melograni e broccoli. Per prepararsi al meglio all’arrivo della stagione fredda, con i raffreddori e i malanni che porta con sé, sono questi gli alimenti di stagione che non dovrebbero mancare sulla tavola, soprattutto per gli anziani, maggiormente esposti alla malnutrizione. Per accogliere l’autunno con un apparato immunitario in buona salute…

Leggi

Anziani e nutrizione: uno su tre mangia male

Condividi:

Nonostante siano in continuo aumento gli studi che confermano l’importanza di una corretta alimentazione, sulle tavole di troppi anziani arrivano cibi sbagliati, e in qualche caso anche scaduti. In proposito, secondo uno studio dell’università Cattolica di Roma presentato in occasione della Giornata della Ricerca, dedicata quest’anno al tema della nutrizione in occasione dell’Expo, addirittura un over 65 su tre mangia male, con conseguenze sulla salute fisica e…

Leggi


SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Nutri&Previeni © 2023