Contro la demenza c’è un nuovo farmaco: il matrimonio

Condividi:

(Reuters Health) – Il matrimonio come “vaccino” contro la demenza. Essere sposati, o vivere un legame di coppia stabile, comporterebbe il benefico effetto di avere un rischio molto più basso di sviluppare demenza rispetto a un celibe o a una nubile. È quanto emerge da una metanalisi condotta da un team di ricercatori dell’University College di Londra. La ricerca Andrew…

Leggi

Over 65: camminando non si cade. E non ci si frattura

Condividi:

(Reuters Health)– L’esercizio fisico è fondamentale dopo i 65 anni anni per prevenire le cadute. Lo attesta una recente revisione degli studi. Inoltre, associare altri interventi all’attività fisica migliora ulteriormente non solo la prevenzione delle cadute ma è anche in grado di ridurre l’entità delle fratture. Movimento, un abuona vista e un sufficiente introito di vitamina D sono i tre…

Leggi

Gravidanza: solfato di magnesio protegge mamma e bambino

Condividi:

(Reuters Health) – La somministrazione di solfato di magnesio alle donne in gravidanza ad alto rischio di nascita pre-termine potrebbe limitare, nel feto, il rischio di paralisi cerebrale e morte. E’  quanto emerge da una metanalisi coordinata da Caroline Crowther, della Facoltà di Medicina dell’Università di Adelaide, in Australia. I risultati dello studio sono stati pubblicati da PLoS Medicine. Nella metanalisi,…

Leggi

Disturbi gastrointestinali nei bambini: erbe poco utili

Condividi:

(Reuters Health) – Curare i disturbi gastrointestinali dei bambini con le erbe? Meglio di no. A questa conclusione è giunta una metanalisi condotta da ricercatori tedeschi dell’Università di Duisburg- Essen. Dennis Anheyer e colleghi  hanno esaminato i dati di 14 studi precedentemente pubblicati, per un totale di 1.927 bambini affetti da problemi gastrointestinali acuti quali diarrea, disidratazione, colica, stitichezza, dolore addominale…

Leggi

I neonati che piangono di più? Italiani, inglesi e canadesi

Condividi:

(Reuters Health) – I bambini che piangono di più? Sono italiani, inglesi e canadesi. E anche gli olandesi non scherzano. I piccoli con gli occhi più asciutti abitano in Danimarca, Germania e Giappone. Questa originale classifica emerge da una ricerca britannica pubblicata dal Journal of Pediatrics.“I bambini sono già molto diversi tra loro per quanto riguarda il pianto nelle prime settimane…

Leggi