Tumore del seno: cellule circolanti “accelerano” durante il sonno

Condividi:

Le cellule di tumore circolanti che formano le metastasi “accelerano”, principalmente, durante il sonno, almeno per quel che riguarda il tumore del seno. È quanto osservato da uno studio pubblicato su Nature, condotto da un team di ricercatori dell’ETH di Zurigo e dell’Università di Basilea. Lo studio ha incluso 30 pazienti donne con tumore del seno e ha valutato modelli…

Leggi

Autismo: con screening precoce, nessun divario di diagnosi tra maschi e femmine

Condividi:

Un numero uguale di ragazze e ragazzi  riceverebbe una diagnosi di disturbo dello spettro autistico (ASD) se fossero sottoposti precocemente a screening e le differenze negli attuali approcci diagnostici fossero corrette. È la conclusione cui è giunta una ricerca pubblicata su Biological Psychiatry da un team dell’Università del Minnesota, guidato da Catherine Burrows e Jed Elison. Il gruppo ha usato…

Leggi

Attività fisica: il 75% degli adolescenti non ne svolge abbastanza. Determinante è il clima scolastico

Condividi:

Tre teenager su quattro non svolgono una quantità sufficiente di esercizio fisico e questa cattiva abitudine è ancora più pronunciata tra le studentesse. A osservare il fenomeno è uno studio pubblicato dal Journal of Adolescence. La ricerca è stata effettuata da un team dell’Università della Georgia, guidato da Janani Rajbhandari-Thapa. L’indagine ha coinvolto 360mila studenti delle scuole superiori della Georgia…

Leggi

Congresso SIDeMaST. Tumori della pelle. Diagnostica di precisione e terapie di ultima generazione, ecco le nuove armi per combatterli

Condividi:

Dermatopatologia, dermatoscopia e microscopia confocale. Sono queste le tre frecce all’arco della diagnostica di precisione per individuare tumori e malattie infiammatorie della pelle che negli ultimi 30 anni si sono moltiplicate e differenziate in modo esponenziale. Se infatti l’incidenza del melanoma negli ultimi dieci anni è raddoppiata, quella del carcinoma basocellulare, carcinoma squamocellulare e cheratosi attiniche è ancora più alta.…

Leggi

Congresso SIDeMaST. Malattie dermatologiche immunomediate. Nuove chance di cura con farmaci biologici e anticorpi monoclonali

Condividi:

Pelle sempre più “pulita” per i pazienti con psoriasi. Infiammazione “sedata” per quanti, colpiti da idrosadenite, conosciuta anche come acne inversa, devono combattere con fastidiosi noduli infiammati, ascessi e fistole alle ascelle e all’inguine. Ma anche nuove chance di cura per pazienti con pioderma gangrenoso, psoriasi pustolosa, malattie bollose e vasculiti (al centro dell’attenzione mediatica a causa della loro probabile…

Leggi

Dermatite atopica e malattie allergiche cutanee. Con terapie mirate e personalizzate, nuova qualità di vita per i pazienti e risparmi per il Ssn. Si apre il 96° Congresso SIDeMaST

Condividi:

Non solo prurito e bruciore della pelle a volte così intensi da impedire di concentrarsi sul lavoro o a scuola, dormire e avere rapporti sociali sereni: le malattie allergiche cutanee, dermatite atopica in primis, oltre a rendere scadente la qualità di vita delle persone che ne sono affette, impattano anche sui costi diretti sostenuti dal Ssn e su quelli indiretti…

Leggi

Tumore ovarico: affrontare la chemioterapia nella vita di tutti i giorni

Condividi:

La chemioterapia riveste un ruolo di grande importanza nel panorama terapeutico del tumore ovarico. L’obiettivo del quarto incontro di “UNICA: vivere col tumore ovarico”, è di illustrare in quali circostanze si intraprende un trattamento chemioterapico, se in fase avanzata di tumore o in fase iniziale, quali sono gli effetti collaterali sulle pazienti e come poterli riconoscere e gestire. Intervengono Emanuela…

Leggi

Con buona forma fisica da bambini ‘mente sveglia’ da adulti

Condividi:

Uno studio durato 30 anni mostra che i bambini che sono in forma e di peso normale avranno migliori funzioni cognitive da adulti. Condotto da Jamie Tait e Michele Callisaya del National Centre for Healthy Ageing, presso la Monash University a Melbourne, lo studio è stato pubblicato sul Journal of Science and Medicine in Sport. Gli esperti hanno iniziato lo…

Leggi

L’attività fisica spegne la fame: una molecola ne mima gli effetti

Condividi:

Una molecola che viene in genere rilasciata durante l’attività fisica intensa spegne l’appetito e può ridurre il consumo di cibo, favorendo la perdita di peso. È quanto emerge da studio coordinato da ricercatori della Stanford University e del Baylor College of Medicine di Houston,  in Usa, e pubblicato su Nature. “Volevamo capire come funziona l’esercizio fisico a livello molecolare per…

Leggi

Covid in gravidanza, in minoranza casi problemi su feto

Condividi:

Il Covid in gravidanza potrebbe impattare sullo sviluppo neurologico del nascituro aumentando il rischio di ritardi nel raggiungimento di alcune capacità motorie o del linguaggio: lo suggerisce lo studio pubblicato sulla rivista Jama Network Open e condotto da Roy Perlis, del Massachusetts General Hospital di Boston. Il lavoro è stato condotto su un totale di 7.772 neonati; quelli nati da…

Leggi

Consumo di alcool tra le donne in gravidanza è collegato a quello del partner

Condividi:

Il consumo di alcool in gravidanza per le donne si correla a quanto beve anche il partner. È quanto emerge da uno studio dell’University of Eastern Finland di Kuopio, in Finlandia, pubblicato da Alcoholism: Clinical and Experimental Research, secondo il quale porre attenzione all’uso di alcool in entrambi i genitori potrebbe aiutare a prevenire il bere durante la gravidanza, così…

Leggi

Caldo: tintarella per 7 italiani 10, vola la ‘cosmetica contadina’. L’indagine Coldiretti/Ixe’

Condividi:

E’ corsa alla tintarella per 7 italiani su 10 pronti ad esporsi al sole con l’arrivo del grande caldo. Un modo per svagarsi dopo due anni di emergenza Covid che comunque ha lasciato in eredità una nuova attenzione ai prodotti naturali. Una vera e propria ‘cosmetica contadina’ che si fa largo anche quando si tratta di protezione solare. E’ quanto…

Leggi

Sicurezza alimentare, parte campagna Efsa e ministero Salute

Condividi:

Dare al consumatore informazioni e raccomandazioni pratiche basate su evidenze scientifiche per fare scelte alimentari sicure e consapevoli, dall’acquisto al consumo. Parte in occasione della Giornata Mondiale della Sicurezza Alimentare, che si celebra il 7 giugno, la seconda edizione della campagna di comunicazione #EUChooseSafeFood ‘di Efsa, European Food Safety Authority, in collaborazione con il ministero della Salute. Durerà fino a…

Leggi

Oms: oltre 200 malattie alimentari, ogni anno colpita una persona su 10

Condividi:

Dalla salmonellosi alla listeriosi, le malattie di origine alimentare, ovvero infezioni o intossicazioni causate da mircorganismi contenuti in ciò che ingeriamo, colpiscono una persona su 10 nel mondo ogni anno. Ne esistono oltre 200, alcune lievi, ma altre mortali, come il botulismo. A mettere in guardia dai falsi miti sul tema, è l’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), che prende parte…

Leggi

Meno ansia e depressione nei ragazzi con sport di squadra

Condividi:

I bambini e ragazzi che praticano sport di squadra hanno meno probabilità di soffrire di depressione o ansia, mentre quelli che invece si dedicano ad attività da svolgere individualmente come il tennis hanno un rischio aumentato di sviluppare queste problematiche. Lo rileva uno studio della California State University, pubblicato su Plos One. I ricercatori hanno analizzato i dati sulle abitudini…

Leggi

Obesità: la chirurgia bariatrica riduce il rischio di sviluppare cancro

Condividi:

Negli adulti con obesità, perdere peso con la chirurgia bariatrica si associa a una riduzione del 32% del rischio di sviluppare un cancro e del 48% di morte correlata a tumore rispetto a coloro che non si sottopongono a questa metodica. È quanto osservato da uno studio guidato da Ali Aminian, del Cleveland Clinic’s Bariatric & Metabolic Insitute (USA), e…

Leggi

Attività fisica nei pazienti adulti e pediatrici con malattie intestinali croniche

Condividi:

Tra i pazienti con colite ulcerosa e quelli con malattia di Crohn non c’è alcuna differenza a livello di attività fisica, mentre l’esercizio sarebbe maggiore tra gli uomini rispetto alle donne e inversamente associato all’età. È la conclusione cui è arrivato uno studio guidato da Ken Lund, dell’Odense University Hospital di Odense, in Danimarca. I risultati della ricerca sono stati…

Leggi