Con attività fisica e dieta -22% rischio di disabilità e fragilità negli anziani

Condividi:

Un programma di attività fisica regolare basato su esercizi aerobici (camminate), di forza, di equilibrio e flessibilità, insieme a indicazioni nutrizionali personalizzate riduce del 22% il rischio di disabilità motoria e contrasta la fragilità negli anziani. Reso noto sul British Medical Journal, è il risultato di uno condotto dai ricercatori del Dipartimento di Scienze Geriatriche e Ortopediche dell’Università Cattolica, Campus…

Leggi

Pediatri contro spot online su latte artificiale. Servono regole

Condividi:

I pediatri della Società Italiana di Neonatologia (SIN) e della Società Italiana di Pediatria (SIP) chiedono una regolamentazione del marketing digitale sul latte artificiale. Le aziende produttrici, infatti, stanno attualmente utilizzando mezzi e metodi diversi quali app, baby-club, influencer, blog, video-blog, social media per lo più sponsorizzati per far pervenire un messaggio pubblicitario personalizzato alle donne, che si trovano in…

Leggi

Mangiare meno e a orari regolari allunga la vita

Condividi:

Mangiare meno allunga la vita, ma farlo con orari regolari è ancora meglio: lo dimostra uno studio condotto su centinaia di topi seguiti in laboratorio per quattro anni. Gli esemplari sottoposti a dieta ipocalorica hanno avuto un aumento della longevità del 10%, mentre quelli che seguivano la stessa dieta alimentandosi solo nel periodo di massima attività del metabolismo (la notte…

Leggi

L’obesità aumenta il rischio di cancro alla prostata fatale

Condividi:

L’obesità aumenta il rischio di sviluppare il cancro alla prostata, ma anche di renderlo fatale. A descrivere l’impatto del grasso corporeo sulla patologia oncologica maligna, attraverso l’analisi dei dati di 2,5 milioni di uomini, è uno studio coordinato dall’Università di Oxford, pubblicato su BMC Medicine e presentato al Congresso europeo sull’obesità (ECO) in corso fino al 7 maggio a Maastrich.…

Leggi

Diete: il peso perso si recupera se non si dorme abbastanza

Condividi:

Per le persone che stanno cercando di dimagrire, avere una durata e una qualità ottimale del sonno è essenziale sia per perdere peso sia per evitare di riprenderlo. È quanto emerge da uno studio condotto da ricercatori dell’università di Copenhagen presentato allo European Congress on Obesity. La ricerca ha coinvolto 195 adulti con obesità sottoposti a una rigida dieta ipocalorica…

Leggi

Malattia renale cronica e importanza della dieta

Condividi:

Le strategie terapeutiche, compreso l’intervento dietetico, per indirizzare la progressione della malattia renale cronica (CKD) non dipendente dalla dialisi sono state in prima linea nella recente ricerca renale. I nefrologi e altri professionisti della salute renale sono attori chiave nella gestione dei pazienti con insufficienza renale cronica e nei riferimenti ai servizi dietetici. È stato perciò svolto uno studio atto a…

Leggi

Due adolescenti su tre sono attenti alla propria salute fisica e mentale. Lo studio dell’Università di Siena

Condividi:

Ben due adolescenti su tre dichiarano di essere attenti alla propria salute fisica e mentale. Secondo quattro ragazzi su cinque, inoltre, la ricetta per rimanere in buona salute si compone di un’alimentazione equilibrata, l’attività fisica e i rapporti sociali. Sono questi i risultati emersi dalla ricerca esplorativa realizzata dal Dipartimento di Economia politica e Statistica dell’Università degli Studi di Siena…

Leggi

Asma e obesità: fondamentali esercizio fisico e dieta

Condividi:

Nei pazienti adulti obesi affetti da asma, seguire un programma di allenamento e di perdita peso, potrebbe migliorare il livello di attività fisica giornaliero (DLPA, daily life physical activity), l’efficienza del sonno, la depressione e i sintomi dell’asma. Lo ha dimostrato lo studio dal titolo “Exercise Improves Physical Activity and Comorbidities in Obese Adults with Asthma” effettuato da un team…

Leggi

Unicef-Oms:+79% casi morbillo nel mondo, rischio epidemie

Condividi:

I casi di morbillo segnalati in tutto il mondo sono aumentati del 79% nei primi due mesi del 2022, rispetto allo stesso periodo del 2021 con 21 “grandi e dirompenti focolai”.  L’OMS e l’UNICEF avvertono che le condizioni sono mature per gravi epidemie di malattie prevenibili con vaccino. Siamo in una situazione di rischio di “tempesta perfetta”. Quasi 17.338 casi…

Leggi

Effetto Covid: arretra benessere di donne e giovani. I dati Istat

Condividi:

“La pandemia si è tradotta per lo più in arretramenti nel benessere della popolazione femminile: ad esempio, nei livelli di benessere mentale e di occupazione, soprattutto per le madri con figli piccoli. Ma sono stati anche i bambini, gli adolescenti e i giovanissimi a pagare un altissimo tributo alla pandemia e alle restrizioni imposte dalle misure di contrasto ai contagi”.…

Leggi

Troppo sale e zucchero: i criteri Efsa sulle etichetta in Europa

Condividi:

L’Ue va avanti sull’etichetta nutrizionale obbligatoria degli alimenti. Dopo una consultazione di tre mesi, l’Autorità europea sulla sicurezza alimentare (Efsa) ha pubblicato il parere scientifico che indica i criteri su cui la Commissione europea potrebbe basare la sua proposta di etichetta. Uno degli esempi più noti di questo tipo di contrassegno è il nutri-score, la scala a cinque colori dal…

Leggi

Diete antinfiammatorie per ridurre il dolore nell’artrite reumatoide

Condividi:

Mediterranea, vegetariana, vegana e chetogenica: sono queste le diete antinfiammatorie ideali per chi soffre di artrite reumatoide (AR), secondo uno studio pubblicato su “Nutrients” nel 2021. L’alimentazione, infatti, gioca un ruolo fondamentale nell’attenuare lo stato infiammatorio dei pazienti affetti dalla patologia.Le terapie nutrizionali mirano a ridurre gli eicosanoidi, mediatori dell’infiammazione; questo avviene, da una parte, diminuendo l’apporto di acido arachidonico…

Leggi

Restrizione calorica: la base da cui partire per gestire l’ipertensione

Condividi:

In uno studio pubblicato su Biochemical Pharmacology, Ahmad Al Attar, della American University of Beirut, in Libano, e il suo gruppo di lavoro, discutono dettagliatamente su come la restrizione calorica possa influenzare la riduzione della pressione sanguigna. “L’ipertensione è un importante fattore di rischio per le malattie cardiovascolari, e purtroppo dà un importante contributo alla mortalità per tutte le cause…

Leggi

Diabete gestazionale: l’esercizio fisico di resistenza è migliore di quello aerobico

Condividi:

Secondo uno studio pubblicato su BMJ Open Diabetes Research & Care, l’esercizio fisico di resistenza è più adatto per le donne in gravidanza con diabete mellito gestazionale rispetto all’esercizio aerobico. “Fino a oggi, gli effetti dell’esercizio di resistenza sui parametri correlati al diabete (livello di glucosio nel sangue e uso di insulina) e sull’esito della gravidanza nelle donne con diabete…

Leggi

Un probiotico aiuta i bambini con malnutrizione grave

Condividi:

Il mancato sviluppo del microbioma intestinale potrebbe contribuire ad aggravare la malnutrizione nei bambini molto piccoli. Per questo l’aggiunta di un probiotico alle misure terapeutiche convenzionali potrebbe essere di grande aiuto a far riprendere peso ai bambini gravemente malnutriti. È quanto emerge da uno studio condotto in Bangladesh da un team di ricerca internazionale e pubblicato su Science Translational Medicine.…

Leggi

Stile di vita sano allunga la vita e protegge dall’Alzheimer

Condividi:

Uno stile di vita sano non soltanto rende più longevi, regalando circa 5 anni di vita in più, ma aiuta anche a conservare più a lungo le capacità cognitive prevenendo o ritardando la comparsa di demenza associata all’Alzheimer. È quanto emerge uno studio coordinato dal Rush Medical College di Chicago e pubblicato sul British Medical Journal. La ricerca ha seguito…

Leggi

Curare l’insonnia potrebbe aiutare a prevenire il diabete

Condividi:

Curare l’insonnia con degli interventi ad hoc potrebbe aiutare a prevenire e a curare il diabete: infatti soffrire di disturbi del sonno – in particolare avere difficoltà ad addormentarsi e a rimanere addormentati tutta la notte – aumenta il rischio di glicemia alta. Si stima che trattare l’insonnia potrebbe sortire effetti protettivi pari a quelli ottenibili con un intervento anti-diabete…

Leggi


SICS S.r.l. Via Boncompagni 16 - 00187 Roma
Partita IVA: 07639150965

Nutri&Previeni © 2022