Con buona forma fisica da bambini ‘mente sveglia’ da adulti

Condividi:

Uno studio durato 30 anni mostra che i bambini che sono in forma e di peso normale avranno migliori funzioni cognitive da adulti. Condotto da Jamie Tait e Michele Callisaya del National Centre for Healthy Ageing, presso la Monash University a Melbourne, lo studio è stato pubblicato sul Journal of Science and Medicine in Sport. Gli esperti hanno iniziato lo…

Leggi

Meno ansia e depressione nei ragazzi con sport di squadra

Condividi:

I bambini e ragazzi che praticano sport di squadra hanno meno probabilità di soffrire di depressione o ansia, mentre quelli che invece si dedicano ad attività da svolgere individualmente come il tennis hanno un rischio aumentato di sviluppare queste problematiche. Lo rileva uno studio della California State University, pubblicato su Plos One. I ricercatori hanno analizzato i dati sulle abitudini…

Leggi

Rabbia e stress: boom di disturbi mentali nei minori

Condividi:

Rabbia, noia, difficoltà di concentrazione, senso di solitudine e di impotenza, stress, disturbi del sonno. È questa la pesante eredità che ha lasciato la pandemia sul benessere psichico dei minori, che, dalla comparsa del virus Sars-CoV-2, si è ridotto di più del 10%. Questo peggioramento si inserisce in un trend di lungo periodo in cui l’impatto dei disturbi neuropsichici si…

Leggi

Effetto Covid: arretra benessere di donne e giovani. I dati Istat

Condividi:

“La pandemia si è tradotta per lo più in arretramenti nel benessere della popolazione femminile: ad esempio, nei livelli di benessere mentale e di occupazione, soprattutto per le madri con figli piccoli. Ma sono stati anche i bambini, gli adolescenti e i giovanissimi a pagare un altissimo tributo alla pandemia e alle restrizioni imposte dalle misure di contrasto ai contagi”.…

Leggi

Tumore ovarico: la psico-oncologia a supporto della patologia

Condividi:

Psico-oncologia e importanza di intraprendere un percorso di supporto psicologico quando si deve affrontare una patologia come il tumore ovarico. La malattia, i trattamenti, le ricadute, rappresentano un trauma profondo, che cambia la vita dell’individuo e ha un impatto su ogni ambito e su ogni relazione. Per queste ragioni il supporto psicologico è un aspetto fondamentale del percorso di cura.…

Leggi

Depressione: attività fisica aiuta anche a bassi livelli

Condividi:

L’attività fisica migliora il benessere delle persone che soffrono di depressione anche se il tempo dedicato al movimento è più basso di quello raccomandato dalle linee guida. A dimostrarlo è uno studio coordinato dall’Università di Cambridge e pubblicato su Jama Psychiatry. I ricercatori hanno voluto valutare i vantaggi di incoraggiare le persone a svolgere attività fisica anche a livelli non…

Leggi

Durante il lockdown sintomi depressione per 50% italiani. I dati dell’Iss

Condividi:

In Italia durante il lockdown l’88,6% delle persone sopra i 16 anni ha sofferto di stress psicologico e quasi il 50% di sintomi di depressione, con le persone più giovani, le donne e i disoccupati che si sono rivelati più a rischio. Sono questi i risultati di una survey condotta dall’Iss e dall’Unità di Biostatistica Epidemiologia e Sanità Pubblica del…

Leggi

Anoressia in gravidanza, arrivano linee guida contro i rischi

Condividi:

Sono state redatte in Australia le prime linee guida per il trattamento dell’anoressia in gravidanza. A realizzarle il Center for Women’s and Children’s Mental Health della Monash University di Melbourne. L’obiettivo è abbattere i rischi per le donne ma soprattutto per i neonati, legati alle condizioni di salute della mamma durante la gravidanza. Le raccomandazioni sono state pubblicate su The…

Leggi

Tumore ovarico: ogni paziente è unica

Condividi:

Secondo i dati Aiom de “I Numeri del cancro 2021”, il tumore ovarico rappresenta  ancora oggi una delle neoplasie ginecologiche più letali. Nel 2020, sono state stimate circa 5.200 nuove diagnosi. L’elevata mortalità associata a questo tumore è attribuibile a molti fattori tra cui una sintomatologia aspecifica e tardiva e l’assenza di strategie di screening validate che consentano di effettuare…

Leggi

Cibo e Covid: a tavola disagio per 1 giovane su 5

Condividi:

Tra un occhio attento alla scelta di cibi salutari e local alle troppe colazioni mancate, luci e ombre si stagliano sull’alimentazione dei ragazzi in Italia durante la pandemia: sono aumentati i giovani che non fanno colazione (oltre uno su quattro ha questa pessima abitudine) e una quota consistente di loro (il 16%) vive il cibo come un problema, però aumentano…

Leggi

Trovati marcatori che predicono la depressione in gravidanza

Condividi:

I segni di infiammazione presenti nel sangue riescono a predire e identificare “in modo affidabile” una grave depressione durante la gravidanza. A dirlo è uno studio del Van Andel Institute e del Pine Rest Christian Mental Health Services. Nel sangue ci sono 15 marcatori biologici che possono prevedere il disturbo con una precisione dell’83%. “La depressione non è solo qualcosa…

Leggi

Movimento, anche minimo, aiuta la creatività

Condividi:

Il movimento ci aiuta a pensare in modo creativo. Questa intuizione ha più di 2000 anni ed è già nota ai filosofi dell’antica Grecia. Ma qual è la connessione tra movimento e cognizione da un punto di vista scientifico? Cosa succede nel cervello quando camminiamo? Le persone che si  muovono raramente sono meno creative? A tutte queste domande prova a…

Leggi

Nessun problema psichiatrico per i bambini nati in provetta

Condividi:

I bambini nati con tecniche di fecondazione assistita non hanno un rischio maggiore rispetto ai bambini concepiti in maniera naturale di sviluppare disturbi psichiatrici una volta diventati adolescenti. Fa eccezione il disturbo ossessivo compulsivo, per cui presentano un rischio del 35% più alto. È quanto emerge da uno studio coordinato da ricercatori del Karolinska Institutet di Stoccolma e pubblicato su…

Leggi

Disturbi alimentari: associazione con depressione e ansia durante la pandemia

Condividi:

Sintomi di disturbi alimentari e autolesionismo prima del 2020 sembrano essere associati a livelli più elevati di depressione e ansia durante la pandemia di Covid-19, secondo uno studio condotto dall’Università di Bristol e pubblicato dal Journal of Eating Disorders. Gli autori hanno esaminato i dati e le risposte ai questionari dello studio sulla salute Children of the 90s (noto anche come…

Leggi

Bambini “ingrati”: per 4 genitori su 5 è così. Lo studio USA

Condividi:

Insegnare la gratitudine ai propri figli è una priorità per la maggior parte dei genitori, eppure 4 genitori su 5 devono ammettere che i loro bambini non sono grati abbastanza e oltre la metà dei genitori (58%) si rimprovera di dargli troppo. A fotografare la situazione negli Stati Uniti è un sondaggio nazionale promosso dall’ospedale pediatrico CS Mott dell’Università del…

Leggi

Disturbi alimentari in crescita con pandemia, un sostegno

Condividi:

Una “epidemia dentro l’epidemia”: disturbi come anoressia, bulimia, disturbi da alimentazione incontrollata (binge eating) negli ultimi 19 mesi – complice anche la pandemia – sono aumentati in maniera esponenziale. Lo rileva la Società Italiana per lo Studio dei Disturbi del Comportamento Alimentare, secondo la quale c’è stato un incremento del 30% di nuovi casi e una crescita pari al 50%…

Leggi

Traumi infantili lasciano segni a lungo termine sulla salute

Condividi:

Chi ha vissuto traumi durante l’infanzia è più a rischio di sviluppare problemi di salute mentali e altre patologie. Lo suggerisce una ricerca dell’Università di Auckland (Nuova Zelanda), che ha analizzato 2.888 risposte a un sondaggio sulla violenza in famiglia condotto nel 2019 e associato le avversità dell’infanzia alle condizioni mentali e al maggiore rischio di sviluppo di malattie croniche,…

Leggi


SICS S.r.l. Via Boncompagni 16 - 00187 Roma
Partita IVA: 07639150965

Nutri&Previeni © 2022