Carie nei bamabini: le Linee guida USA per prevenirle

Condividi:

La prevenzione della carie non aspetta: secondo le linee guida appena pubblicate dalla U.S. Preventive Services Task Force, per evitare la malattia dei denti è necessario che i bambini, a partire dai 6 mesi di età, assumano integratori a base di fluoro se l’acqua che bevono non contiene una quantità sufficiente del minerale. Inoltre, le raccomandazioni consigliano l’applicazione di vernici al fluoro subito dopo l’eruzione dei denti da latte.

Il documento, pubblicato sul Journal of the American Medical Association, si riferisce soltanto ai bambini al di sotto dei 5 anni. Arriva a 7 anni dalla versione precedente e ha passato in rassegna la letteratura scientifica sull’argomento pubblicata in questo periodo: complessivamente 32 studi per un totale di oltre 100 mila bambini presi in considerazione.

La carie, spiegano gli autori, “è la più comune malattia cronica nei bambini. Secondo la National Health and Nutrition Examination Survey 2011-2016 circa il 23% per cento dei bambini tra i 2 e i 5 anni ha carie nei denti da latte”. Anche se sono noti diversi fattori di rischio, potenzialmente il problema può riguardare tutti i bambini e “non ci sono strumenti validati per determinare quali bambini sono a maggior rischi di carie”. Per questo, spiegano i ricercatori, la prevenzione è fondamentale.

Secondo Melinda B. Clark e Patricia A. Braun, dell’Albany Medical Center, autrici di un un editoriale a corredo dello studio, le molte visite effettuate durante il primo anno di vita potrebbero fornire l’opportunità per avviare le misure di prevenzione della carie in quasi tutti i bambini:  “Una cattiva salute orale influisce negativamente sulla salute generale e la carie dentale è associata a dolore, perdita dei denti, giorni di scuola persi, scarso rendimento scolastico e costose cure riparative”, scrivono.

Articoli correlati

Lascia un commento

*