Sale iodato salva tiroide, ma 3 persone su 10 non lo usano per paura  

Condividi:

Oltre il 70% degli Italiani utilizza il sale iodato, ma un terzo della popolazione non lo usa, spesso per paura o diffidenza. A far sorgere paure immotivate in molti casi sono le numerose fake news, che non risparmiano neanche questo alimento. Per contrastare il diffondersi, su web e social, di informazioni prive di basi scientifiche, arriva un decalogo che sfata…

Leggi

Allergie alimentari per 5% adulti e 6-10% bimbi  

Condividi:

Le allergie alimentari colpiscono fino al 5% della popolazione adulta, mentre hanno una maggiore incidenza nei bambini, pari al 6-10% nei primi anni di vita. Nell’adulto l’allergia alimentare più frequente (72%) è dovuta all’assunzione di cibi di origine vegetale (arachidi, soia, grano, frutta a guscio, sesamo), la seconda causa è legata ai crostacei (13%). Per i bambini, invece, le reazioni…

Leggi

Minori: alcol e droghe, 20 anni di dati europei sul sito del Cnr

Condividi:

Una piattaforma sviluppata dal Cnr è stata ora lanciata, ed aperta a tutti, con dentro 20 anni di statistiche europee sulla diffusione e l’uso di alcol, stupefacenti e sostanze nella fascia di età 15-16 anni. Si tratta dell’European School Survey Project on Alcohol and Other Drugs (Espad) un nuovo strumento di data explorer, sviluppato dall’Istituto di fisiologia clinica del Consiglio…

Leggi

Con olive e lavanda verso diagnosi precoce patologie fegato

Condividi:

Utilizzare le proprietà terapeutiche di composti naturali come olive, basilico, citronella, lavanda e rosmarino per la diagnosi precoce degli eventi più gravi associati al fegato grasso, come steatoepatite e fibrosi. Hanno portato a “risultati preliminari promettenti” gli studi condotti dalla Fondazione italiana fegato (Fif) nell’ambito del progetto Fegato Grasso “ProFeGra”, rivolto alle persone obese e ai giovani e bambini a…

Leggi

L’allattamento al seno esclusivo protegge i bimbi dall’asma

Condividi:

L’allattamento al seno esclusivo protegge i neonati dall’asma e i benefici sono tanto maggiori quanto più a lungo il latte materno resta il nutrimento unico del bimbo. Lo suggerisce una ricerca coordinata dalla University of Tennessee Health Science Center di Memphis e pubblicata su Annals of Allergy, Asthma and Immunology. La ricerca ha combinato tre studi per un totale di…

Leggi

Vitamine e Omega 3 alleati degli occhi. Gli alimenti da mangiare

Condividi:

L’occhio invecchia precocemente, ma alcuni alimenti possono aiutare a preservarne la salute. Un’alimentazione ricca di antiossidanti, vitamine A, B, E, luteina è in grado di ridurre rischi per la vista legati al passare degli anni: a cominciare dalla cataratta e dalla degenerazione maculare senile. A fare il punto su ruolo dell’alimentazione ma anche su tecniche e terapie innovative per la…

Leggi

Malattie intestinali: 41% adolescenti si sente emarginato a causa della malattia

Condividi:

Emarginazione, disagio, stress. Sono queste i sentimenti che denunciano gli adolescenti che soffrono di malattie infiammatorie croniche dell’intestino. Il 71% soffre a causa delle limitazioni imposte alla propria vita relazionale, il 41% si sente emarginato dai propri coetanei; nel 46% dei casi si sentono protagonisti di “situazioni spiacevoli” nel condividere i pasti con i propri pari e in 6 casi…

Leggi

Long Covid: colpisce il 17% di bimbi e ragazzi

Condividi:

Il 17% dei bimbi e adolescenti italiani che hanno avuto il Covid  manifestano a distanza di tre mesi sintomi da long Covid, tra i quali i più comuni sono la congestione nasale, il mal di testa e l’affaticamento, mentre il più persistente nel tempo sembra essere l’insonnia. Emerge da un primo studio prospettico, coordinato dall’azienda ospedaliero-universitaria di Parma, i cui…

Leggi

Acqua alleata dei capelli

Condividi:

Bere adeguatamente aiuta la crescita dei capelli e ne previene la caduta mentre la disidratazione è nemica della salute dei capelli. I follicoli piliferi, ovvero la parte vivente del capello situata sotto la pelle, sono il tessuto a più rapida crescita nell’organismo, ma quando si è disidratati non sono in grado di funzionare correttamente, come del resto tutte gli organi…

Leggi

Con attività fisica e dieta -22% rischio di disabilità e fragilità negli anziani

Condividi:

Un programma di attività fisica regolare basato su esercizi aerobici (camminate), di forza, di equilibrio e flessibilità, insieme a indicazioni nutrizionali personalizzate riduce del 22% il rischio di disabilità motoria e contrasta la fragilità negli anziani. Reso noto sul British Medical Journal, è il risultato di uno condotto dai ricercatori del Dipartimento di Scienze Geriatriche e Ortopediche dell’Università Cattolica, Campus…

Leggi

Rabbia e stress: boom di disturbi mentali nei minori

Condividi:

Rabbia, noia, difficoltà di concentrazione, senso di solitudine e di impotenza, stress, disturbi del sonno. È questa la pesante eredità che ha lasciato la pandemia sul benessere psichico dei minori, che, dalla comparsa del virus Sars-CoV-2, si è ridotto di più del 10%. Questo peggioramento si inserisce in un trend di lungo periodo in cui l’impatto dei disturbi neuropsichici si…

Leggi

Iss, solo lo 0,1% delle donne beve troppi alcolici in gravidanza

Condividi:

Sono sempre meno le donne che consumano bevande alcoliche durante i 9 mesi di gravidanza. Lo rivelano i dati presentati il 9 maggio nel corso del workshop Prevenzione, diagnosi precoce e trattamento mirato dello Spettro dei Disturbi Feto Alcolici e della Sindrome Feto Alcolica e raccolti dal Centro Nazionale Dipendenze e Doping dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) che ha condotto…

Leggi

Mangiare meno e a orari regolari allunga la vita

Condividi:

Mangiare meno allunga la vita, ma farlo con orari regolari è ancora meglio: lo dimostra uno studio condotto su centinaia di topi seguiti in laboratorio per quattro anni. Gli esemplari sottoposti a dieta ipocalorica hanno avuto un aumento della longevità del 10%, mentre quelli che seguivano la stessa dieta alimentandosi solo nel periodo di massima attività del metabolismo (la notte…

Leggi

L’obesità aumenta il rischio di cancro alla prostata fatale

Condividi:

L’obesità aumenta il rischio di sviluppare il cancro alla prostata, ma anche di renderlo fatale. A descrivere l’impatto del grasso corporeo sulla patologia oncologica maligna, attraverso l’analisi dei dati di 2,5 milioni di uomini, è uno studio coordinato dall’Università di Oxford, pubblicato su BMC Medicine e presentato al Congresso europeo sull’obesità (ECO) in corso fino al 7 maggio a Maastrich.…

Leggi

Diete: il peso perso si recupera se non si dorme abbastanza

Condividi:

Per le persone che stanno cercando di dimagrire, avere una durata e una qualità ottimale del sonno è essenziale sia per perdere peso sia per evitare di riprenderlo. È quanto emerge da uno studio condotto da ricercatori dell’università di Copenhagen presentato allo European Congress on Obesity. La ricerca ha coinvolto 195 adulti con obesità sottoposti a una rigida dieta ipocalorica…

Leggi


SICS S.r.l. Via Boncompagni 16 - 00187 Roma
Partita IVA: 07639150965

Nutri&Previeni © 2022