Focus/ Combatti la pigrizia. Basta un’ora al dì per prevenire le malattie

19 maggio, 2017 nessun commento


Share

Nella lotta tra te e la pigrizia, escine vincitore e fallo dedicando un’ora al giorno al movimento. A guadagnarne sarai solo e unicamente te. Saltate giù dal divano o dalla poltrona: una passeggiata con il cane o una corsetta all’aria aperta vi rimetteranno in forma e vi aiuteranno a prevenire diverse malattie, oltre a contribuire a farvi ritrovare il buonumore. Combattere la sedentarietà infatti è facile: “basta un’ora di attività fisica al giorno”. Parola di Gianfranco Beltrami, specialista in cardiologia e medicina dello sport, docente all’università di Parma e vicepresidente della federazione medico-sportiva italiana, e dei maggiori esperti in materia. Spesso dopo otto ore davanti al computer vorremmo solo una doccia e un divano. Eppure, con un piccolo sforzo, possiamo davvero stare meglio. “La sedentarietà è il quarto fattore di rischio per mortalità nel nostro Paese”, avverte il medico. Spesso viene sottovalutato il potere del movimento: “La sedentarietà è causa di tantissime patologie, tra cui diabete, infarto, ictus – ricorda Beltrami – L’uomo è nato per muoversi e quando non lo fa si ammala”. La buona notizia è che prevenire molte delle malattie causate dalla sedentarietà è facile e gratis: basta muoversi per un’ora al giorno. L’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia almeno 150 minuti di attività fisica a settimana negli adulti, che diventano 60 minuti al giorno per i bambini e i giovani. Estendere un’ora di movimento al giorno per tutti, secondo gli esperti, male non fa, visto che nel nostro Paese un adulto su tre è sedentario, cioè non svolge un lavoro pesante e non pratica attività fisica. “Il movimento non deve essere limitato alla sola camminata, anche se è una buona abitudine fare qualche passeggiata o andare al lavoro a piedi”, nota Beltrami. L’ideale sarebbe potenziare i classici “due passi” con esercizi per il mantenimento della forza: “Questo diventa più importante con il passare dell’età, perché si combatte per esempio la sarcopenia, cioè la perdita di massa muscolare tipica dell’anziano, ma si limitano anche le cause di postura scorretta e le cadute”. Per questo possono venire in aiuto anche gli esercizi per il mantenimento dell’equilibrio e lo stretching. Un mix efficace è quindi composto da “attività aerobica tutti i giorni, unita a esercizi per la forza, la postura e l’equilibrio un paio di volte la settimana”, sintetizza l’esperto. Chi non riesce a dedicare quotidianamente tutto il tempo necessario per combattere la sedentarietà dovrebbe però cercare di “ritagliarsi almeno qualche minuto durante la giornata per muoversi”, raccomanda l’esperto. Fare una passeggiata o qualche esercizio anche alla scrivania, magari unito a un’attività più costante nel fine settimana o nel giorno libero non è inutile.

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*