Post-menopausa: la danza migliora la forma fisica e il profilo lipidico

Condividi:

Le donne in post-menopausa che hanno completato un intervento che comprendeva un corso di danza di 16 settimane hanno visto miglioramenti significativi nel profilo lipidico, nei livelli di forma fisica e nell’immagine corporea rispetto alle misurazioni di base, secondo i dati pubblicati su Menopause.

“La menopausa è accompagnata da diversi cambiamenti nel corpo della donna che possono portare a danni metabolici e funzionali, oltre a problemi all’autostima e alla salute mentale” afferma Camila Buonani da Silva, dell’Università statale di San Paolo, in Brasile, che ha diretto lo studio. “I nostri risultati indicano che la danza dovrebbe essere incoraggiata nelle donne in post-menopausa, in quanto è una pratica che promuove benefici per la salute fisica, metabolica e mentale, oltre a presentare un basso rischio di lesioni ed essere un’opzione che attrae persone di tutte le età” prosegue Buonani da Silva.

I ricercatori hanno analizzato i dati di 36 donne sane in post-menopausa che hanno ballato tre volte a settimana per 90 minuti ogni sessione, e le hanno valutate al basale e a 16 settimane. L’intensità dell’attività è stata controllata con un cardiofrequenzimetro durante tutte le sessioni di allenamento; l’intensità standardizzata è stata fissata al 70% della frequenza cardiaca massima. Gli esperti hanno valutato il grasso corporeo e la massa magra, il profilo lipidico, l’idoneità funzionale, l’immagine di sé e l’autostima.

A 16 settimane, il livello medio di trigliceridi è sceso da 156,5 mg/dL a 131,5 mg/dL, il colesterolo medio HDL è passato da 55,4 mg/dL a 60 mg/dL, e il colesterolo totale è passato da una media di 199,5 mg/dL a una di 211,8 mg/dL. L’intervento di danza ha anche migliorato le misure di coordinazione, inclusa l’agilità e la capacità aerobica. La classificazione dell’indice di fitness della funzione generale (GFFI) è stata considerata regolare al basale (GFFI di 200-299) ma è migliorata dopo 16 settimane di pratica della danza (GFFI di 300-399).

Secondo gli esperti, la danzaterapia è una misura appropriata per mitigare i problemi osservati con l’invecchiamento tra le donne in post-menopausa, come l’equilibrio, il controllo posturale, l’andatura, la forza e i deficit di prestazioni fisiche.

“I nostri risultati indicano che la danza è una pratica in grado di aiutare a migliorare il profilo lipidico, la forma fisica funzionale e l’immagine di sé o l’autostima nelle donne in post-menopausa” concludono gli autori.

Teixeira GR, et al. Menopause. 2021;doi:10.1097/GME.0000000000001818.

Articoli correlati

Lascia un commento

*