Allattamento al seno come “salva-vita”

1 febbraio, 2016 nessun commento


Share

allattamentoSecondo una recente analisi, se migliorassero i tassi di allattamento al seno nel mondo, ogni anno si eviterebbe la morte di 820mila bambini, cioè l’87% di quelle che si verificano sotto i 6 mesi d’età, oltre alla perdita di 302 miliardi di dollari in termini di minori abilità cognitive, sviluppo intellettivo e professionale (una cifra pari all’intero mercato farmaceutico).

I numeri
I calcoli vengono da una rassegna degli studi pubblicati sulla rivista Lancet. Se l’allattamento dura a lungo, è infatti associato a migliori risultati nei test di intelligenza a scuola e all’università, migliori guadagni e maggiore produttività. Difatti i paesi a basso e medio reddito perdono più di 70 miliardi di dollari l’anno, mentre quelli ricchi oltre 230 miliardi per i bassi tassi di allattamento. Con migliori tassi di allattamento potrebbero essere evitati la metà di tutti i casi di diarrea e un terzo delle infezioni respiratorie, e ne beneficerebbe anche la salute della madre. Per ognuno dei due primi anni di vita del bambino in cui la madre allatta, il rischio di avere un cancro al seno si riduce infatti del 6% e cala anche quello di un tumore alle ovaie.

Ostacoli e prospettive
Nonostante tutte queste osservazioni a supporto dell’effetto positivo dell’allattamento, in tutto il mondo le donne non ricevono sostegno e in molti casi devono affrontare diversi ostacoli, come l’assenza o un periodo di maternità inferiore a 14 settimane (che aumenta il rischio di non allattare o smettere prima del 400%), la mancanza di supporto e informazioni precise dagli operatori sanitari e famiglia. Si è inoltre calcolato che aumentando i tassi di allattamento del 90% in Stati Uniti, Cina e Brasile e del 45% in Gran Bretagna si potrebbero tagliare le spese per molte delle malattie comuni nell’infanzia e risparmiare 2,45 miliardi di dollari negli Usa, 29,5 milioni in Gran Bretagna, 223,6 milioni in Cina e 6 milioni in Brasile.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*