Bambini: antibiotici nei neonati aumenta il rischio di asma

11 Settembre, 2019 nessun commento


Condividi:

Gli antibiotici da neonati sono associati ad un maggiore rischio di asma in età pediatrica e anzi il rischio è maggiore se le dosi assunte aumentano. A dimostrarlo è un nuovo studio condotto su oltre 150.000 bimbi, pubblicato su Clinical Infectious Diseases.

Diversi studi hanno indagato il legame tra asma e antibiotici, farmaci fondamentali per combattere le infezioni batteriche, ma spesso assunti in modo improprio. Le conclusioni, tuttavia, sono state finora contrastanti. I ricercatori del Vanderbilt University Medical Center di Nashville, nel Tennessee (Usa), hanno voluto verificare la relazione concentrandosi anche sulle dosi e la tipologia di antibiotici. Per farlo hanno analizzato i dati di 152.622 nati a termine e in buone condizioni di salute tra il 1995 e il 2003 nel Tennessee.

Dopo aver valutato la prescrizione di antibiotici in età neonatale e la successiva diagnosi di asma a partire dall’età di 6 anni, hanno utilizzato modelli per verificarne l’associazione. I risultati hanno mostrato che l’80% dei bambini era stato sottoposto almeno a una prescrizione antibiotica all’età di un anno e che la probabilità di asma nel corso dell’infanzia aumentava del 20% per ogni anno aggiuntivo di prescrizione. Inoltre, l’associazione era ancora più evidente nel caso di antibiotici ad ampio spettro, cioè attivi verso un’ampia gamma di batteri. Pertanto, concludono i ricercatori, “le decisioni relative alla somministrazione di questi farmaci durante l’infanzia dovrebbero essere attentamente valutate”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*