Conservanti di lunga durata da piante aromatiche

14 Gennaio, 2020 nessun commento


Condividi:

Da alloro, origano e rosmarino i nuovi conservanti di lunga durata. Grazie alle loro proprietà antiossidanti e antimicrobiche, queste piante aromatiche potrebbero essere la scelta naturale per i nuovi conservanti. A suggerirlo è uno studio dell’Università argentina di Cordova che è riuscita a realizzare un nuovo sistema per usare gli additivi naturali che hanno permesso di mantenere gli alimenti in condizioni migliori del 30 o del 50% in più rispetto al resto dei conservanti artificiali.

In micro e nano capsule gli studiosi sono stati in grado di mettere composti bioattivi degli oli essenziali che venivano estratti dalle piante, con una trasformazione avvenuta attraverso una soluzione. Nella ricerca sono state analizzate anche le ricadute di queste microcapsule sul gusto del prodotto finale. “Cerchiamo di ridurre l’effetto sensoriale, perché lavoriamo con molecole di piante aromatiche, che forniscono molto sapore e odore”, commentato Ruben Grosso, coordinatore del progetto e che coinvolge più di 40 ricercatori dell’ateneo argentino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*