Farmaci: ragazzi informati e non comprano sul web. L’indagine Cittadinanzattiva

Condividi:

Il 43% dei ragazzi tra i 14-18 anni sa definire correttamente cosa sia un farmaco, il 74,8% degli studenti conosce i farmaci da banco, il 56,2% di loro ha sentito parlare di equivalenti. Tuttavia un 46,3% confonde farmaci e integratori. Uno studente su dieci (il 10,6%) annovera tra i farmaci anche le tisane, mentre il 27% non sa che un…

Leggi

Epidemia collaterale al Covid: la cattiva alimentazione

Condividi:

Col coronavirus si è diffusa una pandemia di cattiva alimentazione, con tendenza verso cibi meno salutari e riduzione del consumo di verdure e cereali integrali. Lo rivela un’indagine di Caroline Um, ricercatrice della American Cancer Society, presentata al congresso virtuale Nutrition 2021. La forza di questa ricerca sta nel fatto che è stata disegnata come estensione di uno studio già…

Leggi

Covid sta danneggiando la salute mentale dei minori

Condividi:

Disturbi d’ansia, sonno, irritabilità, regressione: sono gli effetti psicologici causati dalla pandemia da Covid sulla salute mentale di bambini e adolescenti. Attualmente il 99% di loro nel mondo sta infatti sperimentando varie forme di limitazione della propria autonomia di movimento, compresa la sospensione della frequenza scolastica. E il 60% vive in Paesi con lockdown parziale o totale. Effetti che possono…

Leggi

Dieta mediterranea efficace come quella dei carboidrati specifici contro malattia di Crohn

Condividi:

(Reuters Health) – La dieta a base di carboidrati specifici, senza cereali e restrittiva, non è superiore alla dieta mediterranea per il raggiungimento della remissione dei sintomi negli adulti con sintomi della malattia di Crohn da lievi a moderati. I ricercatori – guidati da James Lewis, professore di medicina ed epidemiologia presso la University of Pennsylvania Perelman School of Medicine…

Leggi

Ipertensione, cardiologi americani: l’attività fisica è il primo trattamento da prescrivere

Condividi:

(Reuters Health) – Secondo una nuova dichiarazione dell’American Heart Association (AHA), i medici dovrebbero consigliare agli adulti con ipertensione o ipercolesterolemia lieve, ma senza altre patologie, di fare maggiore attività fisica e di ridurre la sedentarietà come intervento di prima linea. “Il nostro obiettivo primario nel rilasciare questa dichiarazione è sottolineare l’idea della prevenzione precoce delle patologie cardiovascolari attraverso l’attività…

Leggi