Il peso corporeo dipende da te

9 settembre, 2015 nessun commento


Share

shutterstock_92585899Nonostante la convinzione che il DNA possa determinare il peso di ogni persona sia ancora molto dibattuta, dalla comunità scientifica, questa credenza sembra, in qualche modo, plasmare lo stile di vita di molte persone.

Un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Health Education and Behavior, rileva che coloro che credono che il loro peso sia fuori controllo, hanno un BMI poco salutare, fanno scelte alimentari più povere, e riportano scarsi livelli di benessere personale, rispetto a chi ha ritiene di poter tenere il proprio peso sotto controllo.

“Se una persona crede di non poter sottrarre il proprio peso dall’influenza della dieta e dell’esercizio fisico, può impegnarsi in comportamenti che sono più gratificanti nel breve periodo, come mangiare cibi insalubri ed evitare l’esercizio fisico, piuttosto che adottare comportamenti salutari con benefici a lungo termine per la gestione del peso” – hanno scritto gli autori dello studio Mike C. Parent e Jessica L. Alquist. “Per combattere la percezione soggettiva che il peso corporeo sia immutabile, gli operatori sanitari dovrebbero essere in grado di aumentare i comportamenti salutari tra i loro pazienti”.

Analizzando i dati provenienti da misure eseguite da operatori sanitari (medici compresi) e auto-riportate di 4.166 uomini e 4.655 donne, gli autori dello studio hanno trovato che invecchiando:

  • la convinzione che il peso sia immutabile e determinato dal DNA è associata a comportamenti alimentari meno sani; ad esempio, invecchiando, le persone sono meno propense ad esaminare le etichette nutrizionali del cibo e ad acquistare frutta e verdura
  • la convinzione che il peso sia immutabile è associata a una riduzione dell’esercizio fisico
  • la convinzione che il peso sia immutabile è associata a un maggior consumo di piatti surgelati (per esempio, pizza), a mangiare spesso al ristorante e a consumare più cibi pronti precucinati.

“Anche se ricerche precedenti hanno dimostrato che vi sono differenze di sesso nelle motivazioni a fare maggior esercizio fisico e a mangiare più sano, non abbiamo trovato prove che sia il sesso a determinare le differenza tra le credenze sulla salute e sull’attività fisica o sul mangiare sano”, hanno scritto gli autori dello studio. “Tuttavia, abbiamo trovato prove che la relazione tra la possibilità di poter cambiare il proprio peso con l’esercizio fisico, il mangiare sano, e il mangiare malsano, differisce secondo l’età”.

Tag:, , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*