Inizio pubertà regolato da superfamiglia di 800 geni

21 dicembre, 2015 nessun commento


Share

shutterstock_152449937E’ stato scoperto l’interruttore molecolare che dà il via alla pubertà. Si tratta di una superfamiglia di ben 800 geni, chiamata Znf, in grado di regolare il momento in cui inizia questa fase della vita che segna la fine dell’infanzia. A osservarla, per la prima volta nei primati non umani, sono stati i ricercatori coordinati da Alejandro Lomniczi, dell’Oregon National Primate Research Center, il cui lavoro è descritto sulla rivista Nature Communications.

Alcuni geni di questa rete che opera con la parte neuroendocrina del cervello funzionano da ‘freno neurobiologico’, ritardano cioè fino alla fine dell’infanzia l’attivazione dei geni responsabili dell’inizio della pubertà ed evitando così un inizio prematuro dello sviluppo sessuale. I ricercatori hanno scoperto che i geni Znf ‘decifrano’ alcune particolari proteine, il cui compito è tenere sotto controllo l’attività dei geni per non far partire la pubertà.

”Capire meglio come il cervello controlla l’inizio della pubertà ci permetterà di comprendere perché le ragazze entrano in questa fase della vita sempre più in anticipo e sviluppare così nuove terapie”, commenta Lomniczi. Un risultato che può avere implicazioni cliniche, dato che la pubertà precoce è associata ad un aumento di tumori alle ovaie, utero e seno, oltre che di malattie cardiovascolari e metaboliche. ”Il nostro sospetto – continua Lomniczi – è che le sostanze chimiche presenti nei prodotti fatti dall’uomo e altri fattori ambientali, come la nutrizione, possano accelerare lo sviluppo riproduttivo”. I risultati della ricerca suggeriscono che quando la produzione dei geni Znf cala nell’ipotalamo, alla fine dello sviluppo prepuberale, il freno che teneva sotto controllo la pubertà viene rilasciato, dando così inizio alla fase della maturità sessuale.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*