Malattie cardiovascolari causano 20 milioni morti l’anno

Condividi:

Sebbene prevenibili nell’80% dei casi le malattie cardiovascolari (Cvd) rimangono la principale causa di morte in tutto il mondo: sono circa 20 milioni i decessi in un anno attribuibili a ipertensione e dieta scorretta secondo i dati di un nuovo numero speciale del Journal of the American College of Cardiology (JACC). Esamina 18 condizioni cardiovascolari specifiche e 15 fattori di…

Leggi

Smartphone e tablet: uso frequente per calmare i bambini associato ad alterazioni emotive

Condividi:

L’uso frequente di dispositivi come smartphone e tablet per calmare bambini della fascia tre – cinque anni è associato a un aumento dell’alterazione delle emozioni, soprattutto tra i maschi. È la conclusione cui è arrivata una ricerca pubblicata su JAMA Pediatrics da un team coordinato da Jenny Radesky, dell’Università del Michigan, negli Stati Uniti. Lo studio ha incluso 422 genitori…

Leggi

Bere caffè regolarmente dopo la gravidanza può ridurre il rischio di diabete di tipo 2

Condividi:

Bere regolarmente caffè può ridurre il rischio di andare incontro a diabete di tipo 2 tra le donne che hanno sofferto, in gravidanza, di diabete gestazionale. È quanto emerge da una ricerca condotta dalla National University di Singapore i cui risultati sono stati pubblicati sull’American Journal of Clinical Nutrition. Tra le persone ad alto rischio di andare incontro a diabete…

Leggi

Bambini diabetici: più problemi a scuola per cause sociali

Condividi:

I bambini che vivono con il diabete di tipo 1 perdono in media nove mezze giornate scolastiche in più all’anno rispetto ai bambini senza questa condizione, secondo un nuovo studio pubblicato su Diabetes Care. In particolare, i bambini con diabete di tipo 1 con livelli di glucosio nel sangue più controllati perdono sette mezze giornate in più all’anno, mentre coloro…

Leggi


SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Nutri&Previeni © 2023