Menopausa: terapia ormonale sistemica potrebbe aumentare rischio di depressione

Condividi:

Una terapia ormonale per via sistemica durante la menopausa potrebbe essere associata a un maggior rischio di depressione. È quanto mostra uno studio pubblicato su JAMA Network Open e condotto da un team danese, guidato da Marie Wium-Andersen, del Bispebjerg and Frederiksberg Hospital.

Il team ha preso in considerazione dati da 825.238 donne seguite dai 45 ai 56 anni. I ricercatori hanno visto che la terapia ormonale somministrata per via sistemica era associata a un maggior rischio di andare incontro a diagnosi di depressione (Hazard ratio – HR: 1,50; IC 95%, 1,24 – 1,81). Un rischio superiore è stato osservato nell’anno successivo all’avvio del trattamento con solo estrogeno (HR: 2,03; IC 95%, 1,21 – 3,41) o con estrogeno e progestinico (HR: 2,01; IC 95% 1,26 – 3,21), mentre il rischio di depressione era meno elevato se la terapia ormonale era somministrata localmente (HR: 1,15; IC 95% 0,70 – 1,87) e quando era somministrata dopo i 54 anni.

 

JAMA Network Open (2022) – doi: 10.1001/jamanetworkopen.2022.39491

S.M.

Articoli correlati

Lascia un commento

*



SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Nutri&Previeni © 2023