Consumi eccessivi di carne rossa e pollame aumentano rischio diabete

Condividi:

Sembra che il consumo eccessivo di carne rossa e pollame possa essere associato a un maggior rischio di diabete 2. La chiave potrebbe stare, parzialmente, nel contenuto di ferro (quello di derivazione animale) di queste carni. A evidenziarlo è uno studio della Duke-NUS Medical School di Singapore, pubblicato su American Journal of Epidemiology. Per la ricerca sono stati presi in…

Leggi

Gravidanza: età del primo ciclo influenza il rischio di diabete

Condividi:

Uno sviluppo precoce nelle ragazze aumenta il rischio che possano sviluppare diabete durante la gravidanza. Uno studio pubblicato sull’American Journal of Epidemiology ha evidenziato che le ragazze che precocemente hanno la prima mestruazione possono sviluppare diabete in gravidanza, una condizione che interessa tra il 10 e il 20% delle donne in dolce attesa. Il diabete gestazionale è un’alterazione del metabolismo…

Leggi

Gravidanza: liquirizia nociva per sviluppo neurologico del feto

Condividi:

Da uno studio guidato dall’Università di Helsinki, pubblicato su American Journal of Epidemiology emerge che è meglio evitare la liquirizia in gravidanza. Di sicuro è preferibile non assumerne grandi quantità, ma non esiste un limite sicuro per il consumo. La liquirizia e il suo dolcificante naturale, la glicirrizina, possono infatti avere effetti nocivi sullo sviluppo del feto che si evidenziano…

Leggi

Dieta vegana senza integrazioni aumenta rischio parto pretermine

neonato incubatrice
Condividi:

Una ricerca guidata da Tormod Rogne, dell’Akershus University Hospital, in Norvegia, pubblicata su American Journal of Epidemiology ha evidenziato che seguire una dieta troppo povera di alimenti di provenienza animale, come la vegana o in parte la vegetariana stretta, può aumentare il rischio di nascite pretermine. In particolare sono più vulnerabili coloro che non riescono a integrare un elemento chiave,…

Leggi

Alimentazione in gravidanza: pesce giova al cervello del nascituro

Condividi:

Durante la gravidanza è bene mangiare del pesce poiché sembra favorire le funzioni cerebrali del nascituro e con 3 porzioni la settimana si arriva ai massimi benefici. Questo è quanto suggerisce uno studio che ha coinvolto più di 2.000 donne, pubblicato sull’American Journal of Epidemiology. I ricercatori del Centro ricerche per l’epidemiologia ambientale di Barcellona hanno analizzato le abitudini alimentari delle donne…

Leggi

Caffè in gravidanza: non più di 2 tazzine al giorno

Condividi:

Un nuovo studio suggerisce che le donne in gravidanza possono concedersi un consumo moderato di caffè senza la preoccupazione di danneggiare il quoziente intellettivo (Qi) del nascituro e provocare alterazioni dei suoi comportamenti nella prima infanzia. A rassicurare le future mamme sono i dati di una ricerca del Nationwide Children’s Hospital, pubblicata sulla rivista American Journal of Epidemiology. Gli studiosi hanno esaminato…

Leggi

Epidemia obesità: contagi tra mogli e mariti?

Condividi:

Da tempo si parla dell’obesità come di un’epidemia dilagante, e ora vi sono le conferme. L’obesità è davvero una malattia “contagiosa”? Ebbene, in un certo senso, parrebbe proprio così! Uno studio condotto in America  da Laura Cobb della Johns Hopkins University (Baltimora) aggiunge evidenze ai risultati di altre indagini precedenti che avevano mostrato un aumento di peso della “sposina” già…

Leggi

La sindrome Yo-Yo non è legata al rischio di cancro

Condividi:

Alcuni ricercatori dell’American Cancer Society hanno portato a termine il più ampio studio fino ad ora pubblicato che riguarda i milioni di persone con la sindrome Yo-Yo (l’insieme di sintomi e rischi che corrono le persone che perdono e riguadagnano peso ciclicamente dopo una dieta dimagrante) e il rischio di cancro. Ebbene i risultati dell’osservazione, pubblicati  sull’American Journal of Epidemiology,…

Leggi


SICS Srl | Partita IVA: 07639150965

Sede legale: Via Giacomo Peroni, 400 - 00131 Roma
Sede operativa: Via della Stelletta, 23 - 00186 Roma

Nutri&Previeni © 2022