Gravidanza: età del primo ciclo influenza il rischio di diabete

7 marzo, 2017 nessun commento


Share

Uno sviluppo precoce nelle ragazze aumenta il rischio che possano sviluppare diabete durante la gravidanza. Uno studio pubblicato sull’American Journal of Epidemiology ha evidenziato che le ragazze che precocemente hanno la prima mestruazione possono sviluppare diabete in gravidanza, una condizione che interessa tra il 10 e il 20% delle donne in dolce attesa.

Il diabete gestazionale è un’alterazione del metabolismo del glucosio che di solito colpisce la mamma nelle ultime fasi della gravidanza e può creare complicanze come gestosi e distocia di spalla durante il parto. Nel bimbo, inoltre, può aumentare i livelli di produzione di insulina e di tessuto adiposo, mettendolo a rischio di obesità o diabete più tardi nella vita.

I ricercatori dell’Università di Queensland e della School of Public Health in Australia hanno esaminato i dati provenienti da più di 4.700 donne arruolate nello Studio longitudinale australiano sulla Salute delle Donne. Ne è emerso che le donne che avevano avuto il loro primo ciclo mestruale all’età di 11 anni o prima avevano un rischio del 50% più elevato di sviluppare diabete gestazionale rispetto a quelle che lo avevano avuto dopo i 13 anni. Ciò potrebbe suggerire che “gli operatori sanitari dovrebbero iniziare a chiedere alle donne quando hanno avuto il primo ciclo, per identificare quelle a più alto rischio”, spiega una delle autrici studio Danielle Schoenaker. Un domanda che potrebbe rivelarsi molto utile. Recenti studi hanno collegato infatti la pubertà precoce nelle donne anche ad altre conseguenze negative sulla salute, come resistenza all’insulina, ipotiroidismo, carenza di ormoni della crescita, obesità, elevata pressione sanguigna e colesterolo alto.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*