Noci, mais e soia? Grassi buoni che allungano la vita

23 marzo, 2018 2 commenti


Share

Da noci, mais e olio di semi di girasole, sono noti perché aiutano a migliorare le funzionalità cerebrali e le quantità di colesterolo nel sangue, ma ora l’assunzione di Omega 6 sembrerebbe essere associata anche ad un allungamento della vita. A evidenziare le proprietà benefiche dei ‘cugini’ dei ben più noti Omega 3 sono i risultati di uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition.

Gli Omega 3 e 6 sono detti acidi grassi essenziali perché la loro presenza è essenziale per l’organismo, anche se ovviamente gli eccessi non vanno mai bene, e questo vale specialmente per gli omega 6 polinsaturi. Tra questi il più noto è l’acido linoleico il cui livello nel sangue è determinato dalla dieta: ad esempio ne sono ricchi i semi di soia, di girasole, di sesamo, di arachidi ma anche mais, noci e olive.

Per capirne meglio gli effetti, i ricercatori dell’Università della Finlandia orientale hanno determinato i livelli di acidi grassi nel sangue di 2.480 uomini che avevano tra i 42 ei 60 anni all’inizio dello studio, nel 1984-1989. Durante un follow-up medio di 22 anni, 1.143 uomini sono deceduti per malattia, mentre le morti per incidente o altre ragioni non sono state considerate ai fini dello studio. Quando i ricercatori hanno diviso i partecipanti in cinque gruppi in base al loro livello di acido linoleico nel sangue, hanno scoperto che il rischio di morte prematura era del 43% più basso nel gruppo con i livelli più alti, rispetto al gruppo con i livelli più bassi. Il risultato era indipendente rispetto al fatto che i partecipanti avessero sofferto di malattie cardiovascolari, cancro o diabete all’inizio dello studio.

Tag:, , , ,

2 comments on “Noci, mais e soia? Grassi buoni che allungano la vita
  1. Marinax ha detto:

    Il risultato è interessante pur coincidendo con tante osservazioni al giorno d’oggi ma come spesso accade nel Nord, e in tutto il mondo del resto, anche se nei Paesi nordici la cosa mi lascia sempre stupita perchè in quanto a parità dei sessi sembrano un minimo più evoluti da tempo, gli studi parlano solo di uomini!

  2. daniela bortolin ha detto:

    si certamente proteggono le membrane cellulari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*