Rischio demenza ridotto negli over 90 più agili

8 luglio, 2016 nessun commento


Share

anzianiUno studio condotto all’Università della California dimostra che i ‘super-nonni’ con buone capacità fisiche (misurate con dei test ad hoc) sono meno a rischio di demenza. Il lavoro è stato pubblicato sul Journal of the American Geriatrics Society ed ha coinvolto 176 maschi e 402 donne ultranovantenni, tutti sani all’inizio dello studio.

Lo studio
I ricercatori hanno misurato il loro stato di salute fisica con test semplici quali un semplicissimo test di equilibrio, un test sulla forza di presa della mano e un test di agilità, che consiste nel misurare il tempo impiegato a percorrere pochissimi metri semplicemente camminando. E’ emerso che chi è più impacciato nei movimenti, ha meno equilibrio e una ‘stretta di mano’ più fiacca è più a rischio di ammalarsi di demenza negli anni immediatamente successivi. Questo significa che la scarsa capacità di svolgere movimenti fisici potrebbe essere un segnale precoce di demenza nelle persone molto anziane.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*