Diabete: rischio malformazioni bimbo se papà usa metformina

Condividi:

I bambini nati da padri che, al momento del concepimento, assumevano l’antidiabetico metformina hanno un rischio del 40% più  alto di incorrere in malformazioni congenite, specie ai genitali. È quanto emerge da uno studio coordinato dalla Stanford University School of Medicine e pubblicato su Annals of Internal Medicine.

“Per le donne, sappiamo molto sui fattori di rischio. C’e’  un elenco di farmaci che le donne non dovrebbero assumere durante la gravidanza, ad esempio”, ha affermato in una nota il coordinatore della ricerca Michael Eisenberg. “Dato che gli uomini contribuiscono con metà del DNA del bambino, ha senso che ci siano effetti anche per via paterna”.

Lo studio ha analizzato i dati di oltre 1 milioni di bambini danesi mettendo in relazione la presenza di difetti congeniti nei bambini con l’assunzione di farmaci antidiabetici da parte del padre. Complessivamente il 3,3% del campione aveva almeno un difetto congenito; tra i bambini esposti a metformina per via paterna, però, il tasso saliva al 5,2%. L’aumento del rischio riguardava quasi esclusivamente malformazioni a carico dei genitali maschili. Non si osservavano invece aumenti di rischio se il padre aveva assunto il farmaco nell’anno precedente o successivo al concepimento.

“Non si tratta solo di prendere la metformina in qualsiasi momento nella vita di un uomo; ha davvero a che fare con l’assumerla in quella finestra temporale in cui si sviluppa lo sperma che sta per contribuire a diventare bambino”, ha detto Eisenberg.”E non ha a che vedere nemmeno con il diabete perché l’uomo aveva il diabete prima e dopo quel periodo”.    La ricerca ha rilevato un aumento di rischio anche per chi assumeva un’altra categoria di farmaci antidiabetici, le sulfaniluree, tuttavia la metodologia dello studio non ha permesso di confermare il legame.

Articoli correlati

Lascia un commento

*



SICS S.r.l. Via Boncompagni 16 - 00187 Roma
Partita IVA: 07639150965

Nutri&Previeni © 2022